Quante fasi in una pratica di Superbonus?

1 Aprile 2022

Molti amministratori di condominio e altrettanti proprietari di case chiedono quali e quante fasi ci sono in una pratica di Superbonus.

Per chiarire eventuali dubbi, ecco la classificazione delle fasi della pratica illustrata dalla dottoressa Antonella Roletti durante il convegno tenutosi a Milano il 26 marzo 2022.

Le fasi in una pratica di Superbonus

  1. Preliminare
  2. Progettuale
  3. Esecutiva
  4. Intermedia
  5. Conclusiva

Come sostiene la dottoressa Roletti, «ognuna di queste fasi è essenziale per lo sviluppo complessivo del progetto e si suddivide in diverse azioni»

Quali sono le azioni previste nelle diverse Fasi?

Nella fase preliminare sono comprese:

  • l’assegnazione degli incarichi,
  • la firma dei documenti legati alla privacy,
  • la verifica dei requisiti,
  • la scelta del team di professionisti che si occuperà del progetto complessivo,
  • l’individuazione delle imprese che eseguiranno i lavori.

Ricadono nella fase progettuale:

  • aspetti tecnici (tutte le veifiche di regolarità edilizia e urbanistica, le attestazioni Ape pre e post intervento, l’asseverazione di congruenza dei costi massimi unitari e l’asseverazione della rispondenza dell’intervento ai requisiti richiesti)
  • temi fiscali
  • attività finanziarie (cessione del credito, sconto in fattura, detrazione fiscale, finanziamento ponte prima della cessione del credito e conversione del finanziamento in un mutuo)

Poi, nell’ambito della fase esecutiva sono comprese tutte le attività operative necessarie all’esecuzione materiale del progetto:

  • Raccolta documenti
  • Stesura progetto e computi metrici
  • Stesura contratti di appalto o di fornitura
  • Deposito pratica presso il Comune unitamente a tutti i documenti necessari
  • Svolgimento lavori sotto la supervisione del Direttore lavori

Dopo questa fase esecutiva, abbiamo quelle che vengono definite fasi intermedie, che comprendono:

  • Gestione cantiere e rispetto del planning operativo
  • SAL primo e secondo
  • Cessione del credito o sconto in fattura del primo o del secondo SAL
  • Asseverazioni intermedie tecniche
  • Visto di conformità necessario per cessione del credito o sconto in fattura

Infine, troviamo la fase conclusiva, in cui si annoverano:

  • Completamento dei lavori
  • Asseverazioni finali
  • Visto di conformità finale
  • Cessione del credito definitiva

Ti servono più chiarimenti? Chiamaci in studio, senza impegno, ai numeri 011-54.78.04, 0173-36.17.14

Articoli collegati

ARTICOLI RECENTI

Bonus trasporti, come ottenerlo

Dalla fine di luglio è possibile iscrivere al Registro delle Opposizioni anche i numeri di cellulare e così dire basta alle telefonate moleste

Controlli Superbonus: 47 certificazioni da mostrare

Ecco alcune informazioni utili per chi ha deciso di portare i benefici del Superbonus 110% in detrazione nella dichiarazione dei redditi: l’elenco dei 47 documenti da conservare in caso di controlli.

Caos Superbonus: i rischi per imprese e contribuenti

Il platfond messo a disposizione dal Governo per il superbonus 110% è stato superato di oltre 400 milioni di euro. Ora a rischio le imprese e i contribuenti che, se i lavori non venissero completati, potrebbero dover restituire allo Stato quanto già incassato